Metasardinia

Scheda Evento

Corso
X CORSO GALLURESE DI GINECOLOGIA E OSTETRICIA
OLBIA,28 SETTEMBRE 2019
c/o CENTRO DI SIMULAZIONE OSPEDALE GIOVANNI PAOLO II

Evento Accreditato ECM

Programma - Registrati on-line

La simulazione in ambito sanitario è adottata come valido strumento didattico per formare operatori singoli ed in team al miglioramento della sicurezza ed alla riduzione degli errori umani e per educare i professionisti della salute ad integrare competenze di diversa natura (technical skills e non technicalskills).                                                                                                                                                        Una simulazione medica è una forma di apprendimento dove si costruiscono artificialmente (e quindi in tutta sicurezza), in una realtà virtuale, diverse situazioni cliniche, analoghe a quelle reali. Questa metodica si avvale di tecnologie avanzate che permettono di realizzare una simulazione interattiva e dinamica di scenari clinici, facilitando la formazione multiprofessionale della gestione del parto e della nascita sicura. Praticando gli scenari delle simulazioni, si imparano procedure, si provano le attrezzature, si mettono in atto e si acquisiscono le capacità di cooperazione interdisciplinare, soprattutto nei casi difficili e inusuali senza che ci sia in gioco la vita o la sicurezza del paziente. L'uso della tecnologia e della metodologia della simulazione avanzata permette una pratica realistica di diverse situazioni di parto e di cure materne e neonatali, esercitando il lavoro in team, la leadership e la capacità di comunicazione degli operatori, tutto in un ambiente completamente privo di rischio.

La simulazione, quindi, ha lo scopo di accrescere la sicurezza della mamma e del bambino attraverso ricostruzioni mediche realistiche ed un mix di strumenti didattici per ottimizzare l'interazione tra le persone, la tecnologia e l'organizzazione delle cure mediche.  La simulazione nelle sue diverse forme aiuta a migliorare la sicurezza dei pazienti e la qualità delle Cure.                                         

La “cultura della sicurezza” e la conseguente riduzione del rischio nascono dal miglioramento delle abilità operative tecniche e delle capacità comunicative degli operatori sanitari, con l’obiettivo di ridurre in misura massimale gli errori cognitivi attribuibili al “fattore umano”. Il simulatore è in grado di soddisfare ogni esigenza specialistica nel settore materno infantile, compreso l'addestramento specifico del ginecologo, dell'anestesista, del neonatologo, delle ostetriche e degli infermieri, a vari livelli di difficoltà, potendo riprodurre tutti gli eventi del parto e della nascita e delle sue patologie. Riconoscendo che i fattori umani sono alla base di gran parte degli errori medici, l'addestramento attraverso la simulazione è il mezzo più efficace per neutralizzare la minaccia dell'errore dovuto a fattori umani, per identificare i punti deboli della prassi attuale, e per implementare le soluzioni di addestramento, contribuendo fortemente a migliorare la sicurezza e la salute della mamma e del bambino. Dopo aver partecipato in gruppi multidisciplinari agli scenari che riproducono situazioni clinicamente critiche, i discenti riflettono sulla propria esperienza ed acquisiscono le competenze che sono l'obiettivo della simulazione stessa nella fase di "debriefing", tutte le fasi sono dirette da istruttori appositamente formati e certificati.



QUOTE DI PARTECIPAZIONE


ACCREDITAMENTO ECM:

ISCRIZIONI: Medici € 200,00 (IVA inclusa) Specializzandi € 120,00 (IVA inclusa) 

Infermieri, Ostetriche, OSS gratuita.

L’iscrizione comprende: partecipazione ai lavori con relativo attestato, kit congressuale, light lunch.

Il congresso è accreditato, secondo normativa ECM, per n. 120 partecipanti per le seguenti discipline:

MEDICO CHIRURGO:

Ginecologia e Ostetricia - Pediatria – Neonatologia - Anestesia e Rianimazione

OSTETRICA/O, INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO

Obiettivi Formativi: Linee guida - Protocolli - Procedure

Per ottenere i crediti ECM è obbligatoria la frequenza (con firma in ingresso e in uscita) e sostenere l’esame finale. Il questionario dovrà avere almeno il 75% delle risposte corrette

Responsabili Scientifici:Giangavino Peppi, Giovanni Ruiu